Insufficienza cardiaca "IV^ di Ottobre"

Gli autori hanno effettuato un’analisi costo-efficacia sull’uso di rivaroxaban 2.5 mg due volte/die in combinazione con acido acetilsalicilico 100 mg/die (RIV+ASA) vs il solo acido acetilsalicilico (ASA), per la prevenzione di eventi cardiovascolari in soggetti con malattia coronarica o arteriopatia periferica degli arti inferiori.
È stato costruito un modello di Markov comprendente l’infarto miocardico, l’ictus ischemico, l’emorragia intracranica, l’ischemia acuta degli arti inferiori, tromboembolismo venoso, e morte cardiovascolare.
La combinazione RIV+ASA ha portato a un aumento di 0.404 QALYs con un costo addizionale di €3241: l’ICER è risultato pari a €8031/QALY.

Adv Ther. 2020;37(7):3348-3369.
Cost-Effectiveness of Coronary and Peripheral Artery Disease Antithrombotic Treatments in Finland.
Soini E, Virtanen O, Väätäinen S, Briere JB, Bowrin K, Millier A.

L’articolo è una review della letteratura riguardante I costi dell’insufficienza cardiaca negli USA.
Sono stati selezionati 87 studi, di cui 41 hanno permesso un’analisi comparativa dei costi.
I costi medici totali per anno sono stati stimati pari a $24.383 per paziente, con costi di ospedalizzazione pari in media a $15.879 per paziente. I costi erano maggiori quando era compromessa la frazione di eiezione rispetto a soggetti con frazione di eiezione preservata.

Pharmacoeconomics. 2020 Nov;38(11):1219-1236.
A Systematic Review of Medical Costs Associated with Heart Failure in the USA (2014-2020)
Michael Urbich, Gary Globe, Krystallia Pantiri, Marieke Heisen, Craig Bennison, Heidi S Wirtz, Gian Luca Di Tanna.

Gli autori hanno voluto effettuare un’analisi costo-efficacia sull’aggiunta di dapagliflozin alla terapia standard vs terapia standard in soggetti con insufficenza cardiaca e frazione di eiezione ridotta.
È stato costruito un modello di Markov basato sulla sperimentazione “Dapagliflozin and Prevention of Adverse Outcomes in Heart Failure”. Sono stati considerati 1000 soggetti e 3 stati di salute: “vivo e senza eventi”, “vivo dopo ospedalizzazione per insufficienza cardiaca” e “deceduto”. La prospettiva era quella del Sistema Sanitario Nazionale Australiano.
L’aggiunta del dapagliflozin ha evitato 88 ospedalizzazioni per scompenso acuto e ha prodotto 416 anni di vita guadagnati e 288 quality adjusted life-years a un costo aggiuntivo di A$3.692.440.
L’ICER è risultato pari a A$12.482/QALY, valore ben al di sotto della WTP (A$50.000/QALY).

Eur J Prev Cardiol. 2020 Jul 14;2047487320938272.
Cost-effectiveness of dapagliflozin in chronic heart failure: an analysis from the Australian healthcare perspective
Feby Savira, Bing H Wang, Andrew R Kompa, Zanfina Ademi, Alice J Owen, Sophia Zoungas, Andrew Tonkin, Danny Liew, Ella Zomer.

Segreteria

Sede Legale e Sede del Segretario

  • c/o: ReS servizi Srl
    Via delle Montagne Rocciose, 21
    00144 Roma
  • Tel: (+39) 06 36004550
  • Fax: (+39) 06 54647155
  • eMail: info@sifeit.it
  • C.F.: 97166000584

Presidenza

eMail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

COPYRIGHT © 2016 SIFEIT - Società Italiana per Studi di Economia ed Etica sul Farmaco e sugli Interventi Terapeutici. All Rights Reserved. Designed by Andrea Trinca.

Search